20 - Alpe Devero.jpg
Baite sparse sull'Alpe Devero
26 - Lago delle Streghe, Alpe Devero.jpg
Un paio di immagini del Lago delle Streghe
33 - Lago delle Streghe, Alpe Devero.jpg
46 - Salendo a Sangiatto, Alpe Devero.jpg
Salendo a Sangiatto
47 - Ai laghi di Sangiatto, Alpe Devero.jpg
Alcuni scatti autunnali attorno ai laghi di Sangiatto
48 - Ai laghi di Sangiatto, Alpe Devero.jpg
54 - Ai laghi di Sangiatto, Alpe Devero.jpg
55 - Ai laghi di Sangiatto, Alpe Devero.jpg
65b - Ai laghi di Sangiatto, Alpe Devero.jpg
74 - Attorno a Crampiolo, Alpe Devero.jpg
Crampiolo e dintorni
Devero 1.jpg
Crampiolo
Devero 10.jpg
Scatti attorno al Codelago
Devero 11.jpg
Devero 12.jpg
Devero 13.jpg
Devero 19.jpg
Devero 2.jpg
Devero 20.jpg
Devero 7.jpg
Devero 8.jpg
Devero 9.jpg
Autunno

Alpe Devero

Con l’Alpe Veglia, l’Alpe Devero è una delle destinazioni più affascinanti del Piemonte, in particolare di questo angolo di Piemonte settentrionale che pare volersi incuneare in territorio elvetico.

Chi vuole misurarsi con una strada davvero impegnativa e sconnessa, nonché caratterizzata da almeno un paio di gallerie piuttosto lunghe e poco illuminate, può salire in mtb (la bici da corsa è sconsigliata perché il fondo, pur essendo asfaltato, è davvero infame), da Baceno fino all’Alpe Devero (1765 mslm circa). Si colma così un dislivello di oltre millecento metri metri in meno di tredici chilometri: le pendenze sono davvero.. stimolanti!

Chi invece viene per camminare può raggiungere l’alpe in auto e parcheggiare presso la località Ai Ponti, una sorta di porta d’accesso al territorio del Devero. Giunti in quota l’autunno si svela in tutto il suo splendore e non c’è che l’imbarazzo della scelta. Un facile anello congiunge gli antichi borghi dell’altopiano (Piedimonte, Ai Ponti, Crampiolo) e non ha quasi dislivello. Una leggera salita porta oltre Crampiolo fino alla diga Codelago che, pur essendo un bacino artificiale, emoziona per i riflessi dei larici nelle limpide acque.
Lago delle Streghe – a due passi da Crampiolo, anche qui quasi senza dislivello – e lago di Sangiatto (a circa 2000 mslm di quota, 45’ da Crampiolo) sono tuttavia le destinazioni più affascinanti: sono entrambi romantici specchi d’acqua nei quali si riflettono sia gli alberi infuocati dalla stagione sia le vette, magari già imbiancate dalle prime nevi. Si raggiungono in meno di un'ora da Crampiolo, quindi vi si può dedicare una lunga giornata in quota!

Clicca per aprire un pop-up (verifica che non siano disabilitati) e visualizzare così una mappa d'insieme di questa escursione!

Condividi su  -