Lago di Tovel 1.jpg
Lago di Tovel 3.jpg
Lago di Tovel 8.jpg
Autunno

Attorno al lago di Tovel

Da Cles si raggiunge su fondo pianeggiante o lievemente ondulato l'abitato di Tuenno. Da Tuenno, 650 slm, si imbocca la strada che si segue fino alla meta: il lago di Tovel.
Questo luminoso specchio d'acqua era celebre per la colorazione rossastra delle acque, un fenomeno che non avviene più e che si è interpretato in vari modi. Una delle ultime teorie è che tale colorazione derivasse dall'inquinamento organico che, invece, era stato messo all'indice negli scorsi decenni come causa della mancata colorazione.
Il lago dista undici chilometri di salita da Tuenno (quota d'arrivo: 1180 mslm): le pendenze sono impegnative soprattutto nel finale, tra i sassi ed i boschi appena a valle del lago. La strada è sempre asfaltata.
Sul sito www.salite.ch, l'altimetria della salita da Tuenno.

Oltrepassato il lago - attenzione ai pedoni - si può procedere ancora per qualche chilometro fino alla malga Pozzol di Flavonia: il fondo è sterrato e sconnesso, si richiedono mtb e buona padronanza del mezzo!
Il ritorno è possibile solo lungo lo stesso itinerario di salita. 

L'autunno è la stagione ideale per scoprire questo angolo di Trentino. Anche a piedi, ovviamente: dalla base del lago si prosegue lungo l'ampia forestale costeggiando le rive. Si prende a salire fino alla già citata malga Pozzol di Flavonia per poi salire ancora duecento metri fino ai 1800 mslm di malga Flavona, ai piedi del Turrion Basso, nel cuore delle Dolomiti di Brenta.
Ben più facile, a piedi, il sentiero che corre attorno al lago, offrendo una visione a 360 gradi dello specchio d'acqua e delle cime che lo attorniano.

Clicca per aprire un pop-up (verifica che non siano disabilitati) e visualizzare così una mappa d'insieme di questa escursione!

Condividi su  -