celleligure1.jpg
Celle Ligure (scorri la gallery!)
celleligure2.jpg
celleligure3.jpg
celleligure4.jpg
Liguria

Celle Ligure

Un piccolo borgo di caruggi, case colorate, spiagge ideali per tutti ed una baia caratterizzata da una folta pineta di pini maritttimi.
Quanto alla storia, Celle racchiude un piccolo tesoro di arte sacra, custodito nella chiesa della Consolazione e nella parrocchiale di San Michele Arcangelo.
Celle Ligure si adagia su una fascia costiera di ridotta larghezza, proiettata verso il mare e cinta alle spalle dalle Alpi Marittime.

DAL DUEMILA, SOSTENIBILITA' CERTIFICATA
"Turismo sostenibile" e desiderio di conservazione della qualità della natura anche nell'interesse delle generazioni future sono le priorità che hanno animato anche l'amministrazione comunale di Celle. Già tra la fine degli anni Novanta del Novecento e i primi anni Duemila le tematiche di "politica ambientale" hanno interessato la politica locale.
Dall'inizio degli anni '70 - si considerò - la domanda turistica aveva registrato un processo di crescita che aveva coinvolto anche Celle ed il suo litorale, ponendo problemi e criticità dalla non facile soluzione.
In primo luogo venne riconosciuta la pericolosità delle tendenze in corso nella località sia sul piano ambientale sia sul piano economico e più specificatamente turistico.
L'amministrazione comunale vide il turismo come un fattore generatore di effetti positivi che dipendono dal fascino della località e possono esprimersi nel recupero e valorizzazione economica e sociale (moltiplicatore di reddito ed occupazione) di aree altrimenti degradate.
Tuttavia portò all'attenzione dei propri referenti anche le esternalità negative che erano (e sono) all'origine della possibile diminuzione della identità sociale e culturale dell'area ospitante, dell'aumento incontrollato della produzione dei rifiuti, dell'aumento del consumo di beni primari e risorse (acqua, energia ecc.), della modificazione e distruzione degli ecosistemi costieri e marini, la perdita di biodiversità, gli impatti estetici e visivi, l'inquinamento del suolo e dell'acqua, la congestione e l'inquinamento acustico, l'aumento della domanda di mobilità, e la modificazione del tessuto sociale.
Secondo il comune di Celle, un elemento fondamentale per inquadrare il fenomeno turistico e le sue complesse relazione fu individuato nella "capacità di carico" di cui si riporta la definizione: "il massimo utilizzo di un'area senza la creazione di effetti negativi sulle risorse naturali, nonché sul contesto sociale e culturale locale".
Gli ambiti entro i quali operare sono dunque, nell'intenzione dell'amministrazione comunale, il controllo della pianificazione territoriale, un migliore scaglionamento delle vacanze estive, la gestione del traffico privato, la diversificazione dell'offerta turistica, l'attuazione e il controllo severo delle norme ambientali riguardanti il rumore, l'acqua potabile e le acque di balneazione, le acque reflue e le emissioni atmosferiche, regole rigide per le nuove costruzioni e lotta all'edilizia abusiva, la sensibilizzazione e l'educazione della popolazione locale e dei turisti, la formazione delle persone direttamente coinvolte nell'amministrazione delle zone interessate, la riduzione della produzione dei rifiuti, l'incremento della superficie territoriale sottoposto a protezione, la tutela le specie minacciate e lo sviluppo della diversità biologica, l'adeguamento delle infrastrutture fognarie e depurative ai criteri normativi, la protezione della qualità dei suoli come risorsa limitata e non rinnovabile per la produzione di cibo e di altri prodotti e come ecosistema per gli altri organismi viventi, la difesa del suolo dai processi di erosione e di desertificazione, consolidare, l'estensione e la valorizzazione il patrimonio archeologico, architettonico, storico-artistico, paesaggistico delle aree depresse.
Il comune di Celle Ligure, la cui economia si basa sul turismo e quindi sul proprio ambiente naturale inteso come qualità dell'acqua di balneazione, dell'aria e della cittadina, proprio nell'ottica di mantenimento e salvaguardia delle caratteristiche tipiche e peculiari della zona decise - per questa serie di motivazioni - di istituzionalizzare il proprio modo di agire con un sistema di gestione ambientale riconosciuto a livello internazionale.
La certificazione riguardò infatti tutti i servizi comunali, lo stato dell'aria e dell'acqua, lo smaltimento dei rifiuti, la mobilità ed i trasporti, e la tutela del paesaggio.
Il 2 novembre 2000 l'Ente Certificatore Det Norske Veritas - DNV ha consegnato la certificazione di conformità del SGA di Celle Ligure alla Norma UNI EN ISO 14001.
Scopo generale del Sistema, come annunciato tramite la Politica Ambientale del Comune, è quello di assicurare che gli impatti ambientali diretti e indiretti connessi alle attività svolte sul territorio comunale e sulle quali l'Amministrazione ha il potere di gestione o di controllo (inquinamento dell'aria, dell'acqua, del suolo, rumorosità, rifiuti ecc.) siano effettivamente limitati e posti sotto un controllo continuo e che il Sistema stesso sia messo in condizioni di fronteggiare adeguatamente anche situazioni di emergenza.

In sintesi: riassumendo, i principi su cui si basa la politica ambientale di Celle Ligure nascono da una serie di argomentazioni che possono essere così riassunte:
a) l'ambiente è un bene che deve essere conservato, quando non migliorato o riportato a standard qualitativi dei tempi addietro;
b) la valorizzazione e la corretta gestione dal punto di vista ambientale del Comune di Celle Ligure sono la ragione stessa di vita della popolazione che vi risiede e svolge la propria attività lavorativa in quanto il suo successo turistico è indissolubilmente legato alla qualità della vita che il turista vi può condurre;
c) la gestione del territorio ed il controllo dei comportamenti dei suoi abitanti (residenti e turisti) nelle diverse attività che vi si svolgono sono un fattore determinante per lo sviluppo sostenibile; la qualità dei servizi va progettata anche in senso ecologico: devono cioè avere il minor impatto ambientale possibile;
d) l'aspetto ecologico della propria attività è parte integrante della qualità totale dell'attività stessa e e come tale deve essere valutata, superando vecchi pregiudizi.
Anche nella dichiarazione ambientale di Celle Ligure figura dunque l'impegno convinto e deciso a perseguire una politica che migliori la qualità ambientale globale e locale, aderendo ad una logica di consapevolezza.

Quanto sopra risale, come detto, agli anni Novanta del Novecento ed ai primi anni Duemila: si può dire che Celle Ligure sia stata pioneristica nella gestione ecosostenibile di un territorio!

Condividi su  -