5terre21.jpg
Vernazza, nelle Cinque Terre (scorri la gallery!)
5terre3.jpg
Le Cinque Terre
giucano.jpg
Giucano, borgo nell'entroterra di Sarzana
lerici.jpg
Lerici
montemarcello.jpg
Montemarcello
monterosso.jpg
Monterosso, nelle Cinqueterre
nicola.jpg
Nicola, tra Liguria e Toscana
portovenere.jpg
Porto Venere
puntacorvo.jpg
Punta Corvo
sarzana.jpg
Sarzana
vezzano.jpg
Vezzano Ligure
Liguria

Dalle Cinqueterre a Sarzana

Sono numerosissimi i motivi di interesse che punteggiano lo Spezzino e l'alta Toscana, a nord della Versilia, ai confini - spesso incerti e tortuosi - con la Liguria.

Difficile descrivere con le parole la meraviglia delle Cinque Terre uno degli scenari italiani più conosciuti nel mondo. La magia di cinque borghi marinari, perfettamente conservati e ben ristrutturati dopo i disastrosi eventi del 2011: variopinti gruppi di case che a Monterosso, Vernazza, Manarola e Riomaggiore si innalzano di pochi metri sulle acque blu del mar Ligure mentre a Corniglia svettano a mezza costa, in posizione di dominio sul mare.

Tra di loro e poi oltre, fino a Levanto, si snoda una rete di sentieri da percorrere e scoprire, attraverso terrazzamenti e boschi spontanei, per godere di incredibili panorami ma anche per assaporare le fragranze di una ricca macchia mediterranea.

Prima della conurbazione della città della Spezia si trova Portovenere, altro luogo magico, cantato da poeti e letterati, un borgo raccolto attorno ad un porticciolo e che si protende verso il mare fino alla scenografica chiesetta di san Pietro che domina la grotta di Byron. Sul centro fortificato si erge il castello dei Doria.

Una delle località turistiche più amate della Liguria di Levante è senz'altro Lerici, antico borgo marinaro ai piedi di un castello che domina un'insenatura del mar Ligure.
Oltre alla spiaggia, dove s'infrangono le onde di un mare limpido, risulta piacevole una passeggiata per le vie di un paese che, nel suo nucleo storico, ha mantenuto i tipici tratti del paese di pescatori. In passato famosi poeti come Mary Shelley o Lord Byron - uno dei più famosi cantori dei panorami liguri (ed il cui nome è legato ad una scogliera vicino a Portovenere) - hanno soggiornato in questa località rimanendone estasiati.
La storia della cittadina è vivace e turbolenta. Rimane, come vestigia di un passato fatto di scontri tra eserciti ed assalti pirateschi, il castello, costruito nel XII secolo e trasformato dalle repubbliche marinare di Pisa e Genova nel corso dei secoli.

L'incanto della piccola frazione di Tellaro, uno dei borghi più belli d'Italia, portò lo scrittore Mario Soldati a definirla “un nirvana tra cielo e mare” e per godere di tale incanto volle trascorrervi gli anni della vecchiaia. Curiosa la leggenda che vuole l'abitato salvato da un prodigioso polpo che, avvistando i saraceni, suonò le campane della chiesa parrocchiale per chiamare alle armi gli abitanti della frazione (il “polpo campanaro”). Come il capoluogo comunale, Tellaro conserva un incantevole nucleo storico con le variopinte case che si affacciano sulle spumeggianti acque del mar Ligure.
Da non perdere la spiaggia di Fiascherino, piccola insenatura dove l'acqua è limpida ed il contesto lascia senza fiato.

A poca distanza, sulla sommità del monte Caprione a 266 mslm, sorge il piccolo centro di Montemarcello, frazione di Ameglia: conosciuto come località di accesso alla spiagga di Punta Corvo, il borgo, come Tellaro inserito nel novero dei “più belli d'Italia”, sorprende per armonia e vivacità.

A tanti piccoli borghi si contrappone la grande Sarzana, cittadina rilevante sia a livello economico sia a livello logistico: vi si incrociano linee ferroviarie e direttrici stradali. La caotica periferia non deve distogliere da un sorprendente centro storico dove su un intreccio di vie e vicoli di chiara impronta ligure dominano la fortezza del Sarzanello e quella di Firmafede, nota anche come Cittadella.
Nel nucleo antico sono numerose le chiese ed ancora di più i palazzi nobiliari, testimoni di una storia antica quanto gloriosa.

Poco distante, sul confine con la Toscana, si trova Castelnuovo Magra: al pari dei vicini centri di Caprigliola, Ortonovo e la frazione di quest'ultimo Nicola, appare come una vedetta sul mare, un colorato paese sul cocuzzolo di uno dei primi rilievi collinari che si innalzano sulla piana del Magra.
Castelnuovo è impreziosito dai resti del castello dei Vescovi di Luni, potente episcopato medievale. La fortezza pare abbia ospitato, in una notte del 1306, anche il sommo poeta, Dante Alighieri, impegnato a dirimere una controversia tra gli stessi vescovi e gli ambiziosi Malaspina.
Poco in là, Ortonovo si contraddistingue per la torre Guinigi, residuo di una fortificazione voluta da Paolo Guinigi, signore di Lucca che acquistò il borgo una volta innamoratosi dei panorami offerti dalla collina dove sorge.

In provincia di Massa Carrara, appena al di là del confine con la provincia della Spezia, si trova invece Fosdinovo, spettacolare borgo medievale castellato, nel cui territorio si trova anche la scenografica frazione di Giucano.

La curiosità nutre sé stessa: difficile, dunque, resistere alla voglia di esplorare ancora questo territorio tra mare e montagna. Lasciata la fascia costiera, addentrandosi in Lunigiana (terra che prende il nome dall'antica città di Luni, oggi scomparsa) si possono visitare anche Fivizzano, Filetto e Bagnone, sempre in provincia di Massa Carrara e caratterizzati da arditi castelli o centri storici di chiara matrice medievale.
Oppure, restando nella fascia apuana, Colonnata, capitale del marmo e del lardo, ad una decina di chilometri da Carrara. Nessun elenco sarebbe davvero esaustivo: a pochi chilometri dal mare, si trovano svariati borghi - ma anche le stesse città di Massa e Carrara - dove trascorrere una piacevole giornata di “distrazione” dalla vita balneare.
E scendendo verso sud l'elegante Pietrasanta .. l'elenco sarebbe davvero infinito!

Condividi su  -