seceda01-min.jpg
Il Seceda, ai piedi delle Odle (scorri la gallery!)
seceda02-min.jpg
Dal Seceda, vista verso il gruppo Sella
trekkinggardena1-min (1).jpg
trekkinggardena1-min.jpg
Panorama sulla Vallunga, salendo al rifugio Puez
trekkinggardena1b-min.jpg
Vallunga, ai piedi dello Stevia
trekkinggardena1c-min.jpg
Rifugio Puez
trekkinggardena1d-min.jpg
Nel cuore del Puez
trekkinggardena1e-min.jpg
Laghetto di Crespeina
trekkinggardena1f-min.jpg
Val Chedul, un vero canyon
trekkinggardena1g-min.jpg
Camminando tra il rifugio Puez e passo Gardena
trekkinggardena1h-min.jpg
Pinnacoli dolomitici nel gruppo Cir
trekkinggardena1i-min.jpg
Dal Puez alle Dolomiti tra Veneto ed Alta Badia
trekkinggardena2.jpg
Stevia da Selva
trekkinggardena3.jpg
Il gruppo Sella da passo Gardena
trekkinggardena4.jpg
Tra Sassolungo e Sassopiatto, il rifugio Vicenza
trekkinggardena5-min.jpg
Salendo verso le Odle, oltre il rifugio Firenze
trekkinggardena6-min.jpg
Salendo verso le Odle, oltre il rifugio Firenze
trekkinggardena7-min.jpg
Odle dal rifugio Firenze
trekkinggardena8-min.jpg
Vista su Stevia e Sella sullo sfondo
trekkingvalgardenapisciadu1.jpg
Al laghetto del Pisciadù
trekkingvalgardenapisciadu2.jpg
Al laghetto del Pisciadù
trekkingvalgardenapizboe.jpg
Rifugio Piz Boè, nel cuore del Sella
Alto Adige

Val Gardena

Svariate le opportunità escursionistiche tra le Dolomiti della val Gardena. Un bell’obiettivo è senz’altro il rifugio Toni Demetz, sulla forcella Sassolungo. Vi si arriva con una storica ovovia dai dintorni di passo Sella ma è più gratificante percorrere i sentieri 30 e 525 dalla località monte Pana, poco a monte di Santa Cristina (1836 mslm).
Dapprima si cammina su strada forestale, successivamente si prosegue su un sentiero che sale tra i boschi fino a conquistare i prati d’alta quota che arrivano a sfiorare il rifugio Vicenza (2259 mslm).
Da questo rifugio si risale un ripido vallone dolomitico che culmina con la forcella dove è stato ricavato il rifugio Toni Demetz (2685 mslm).
L’intera passeggiata si svolge in uno splendido scenario dolomitico: più “tondeggianti” appaiono invece i panorami sulla verde alpe di Siusi, verso ovest. 

Uno splendido percorso circolare permette di ammirare diversi gruppi montuosi e di cambiare scenario ed orizzonti più volte nel corso della giornata.
In partenza da Selva di val Gardena (1563 mslm) si percorre l’intera Vallunga: la traccia corre dapprima quasi pianeggiante tra i verdissimi boschi e prati del fondovalle poi si inerpica improvvisamente e guadagna rapidamente quota fino al rifugio Puez (2459 mslm).
Da qui seguendo il segnavia n.2 si cammina in saliscendi, valicando tre forcelle e attraversando un roccioso altopiano: il panorama è vastissimo. Ad occidente il gruppo Stevia ed il profilo delle Odle, ad oriente il Sassongher in primo piano e più in là le sagome del monte Pelmo e del Civetta.
Forcella Crespeina apre la visuale sul canyon roccioso della val Chedul mentre forcella Cir introduce al gruppo Cir dove torri e campanili di roccia solleticano la fantasia.
In veloce discesa si raggiunge baita Jimmy dove il sentiero risale fino all’arrivo della cabinovia Dantercpies (2300 mslm). Da qui si può valutare se scendere lungo il sentiero 12-A oppure sfruttare la funivia e ridurre i tempi di discesa a Selva di val Gardena. 

Facile è raggiungere, dagli alpeggi sopra Selva di val Gardena, il rifugio Firenze, nell’Alpe di Cisles. Si cammina per un’ora circa, lungo una comoda traccia forestale e ci si porta al cospetto delle Odle, che racchiudono magnificamente l’alpeggio.
Volgendo lo sguardo il panorama è aperto sull’Alpe di Siusi, Sassolungo e Sassopiatto e sul gruppo Sella.
Si può anche proseguire oltre: seguendo le indicazioni per il rifugio Troier si arriva ad ammirare gli alpeggi del Seceda mentre proseguendo per le forcelle Munt de l’Ega o dla Roa ci si addentra tra le Odle fino a valicare lo spartiacque con la val di Funes. Si può ovviamente disegnare un itinerario circolare, attorno alle Odle, che però richiede necessariamente un soggiorno in quota

Per pedalare in val Gardena clicca qui: www.cicloweb.net/bicicletta/b-altoadige/newgardena.htm mentre questo link apre una pagina "guida" ad Ortisei, Santa Cristina e Selva di Val Gardena ed alle Dolomiti gardenesi: www.cicloweb.net/guide/g-altoadige/nsgardena.htm 
E per quando c'è la neve... scopri le ciaspolate in Alto Adige: www.ciaspole.net/itinerari1/altoadige


SMART HOTEL, SMART HOLIDAY
Sono tre gli hotel targati Hartmann in val Gardena.
Lo Chalet Hartmann si trova ad Ortisei in una splendida posizione panoramica, nel centro di Santa Cristina si trova invece il Saslong, intitolato alla celebre vetta dolomitica ed alla famosa pista di discesa mentre è a Selva l'hotel Acadia
Godetevi una vacanza all’insegna dell’ “Active Holiday” o se preferite del Relax sommersi dall’incredibile panorama delle Dolomiti - tutto questo per dei prezzi davvero attraenti!
Qui, sempre secondo il motto Hartmann, ovvero “grandi vacanze per un prezzo davvero Smart”, ti aspettano il flair e il rinomato design all’Italiana con la famosa ospitalità altoatesina, innumerevoli attività ad un prezzo conveniente!
Presso gli Smart Hotel Hartmann potrete trovare tutte le prerogative per una vacanza emozionante per sport, eventi ed altre attività ma riusciamo anche a rendere indimenticabile i soggiorni brevi, soggiorni di lavoro o viaggi di gruppo!
Scopri e vivi le bellezze della natura gardenese e del Parco nazionale delle Dolomiti Puez-Odle per poi finire la giornata nel Relax e nella tranquillità degli smart hotel gardenesi.
Visita il sito www.hartmann-hotels.com/it/ e scopri le tre soluzioni per la vacanza in val Gardena!

Condividi su  -